• +39 06 9089948
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lo Street Food può essere Good Food?

Quando lo Street Food può essere sano, oltre che buono e divertente

È il cibo di strada, non in senso dispregiativo ma anzi come cibo del popolo e della tradizione quello che oggi chiamiamo con un termine inglese. Quasi come fosse l’ennesima moda che dobbiamo recepire dall’estero quando noi Italiani l’abbiamo per millenni presentata e offerta al mondo. Sono piccole grandi ricette che raccontano la cultura enogastronomica di un territorio, la scelta e il trattamento d’ingredienti naturali che occorre ogni volta trasformare in qualcosa di facile da mangiare, anche solo con le mani, che sia gustoso, originale e gratificante.

I prodotti “senza...”

La necessità di inquadrare lo Street Food in una dieta sana ed equilibrata

La prima raccomandazione per cominciare a inserire queste deliziose ricette “pop”, senz’altro economiche, pratiche e di facile degustazione, è quella di tenere presente non il singolo pasto ma un comportamento alimentare generale di lunga visione che abbia tutte le caratteristiche di equilibrio e qualità degli alimenti, da dosare in base alle caratteristiche personali di ogni soggetto. La varietà degli alimenti, il sano apporto bilanciato di proteine, carboidrati, grassi e ogni altro elemento funzionale alla corretta nutrizione, sono la cornice necessaria per gustarsi senza pensieri, e anzi con l’idea di fare una cosa utile per l’organismo, un ottimo pasto Street Food. Evitando ovviamente scelte controindicate per specifici problemi di salute, tutto il cibo nelle giuste quantità e nella corretta qualità fa bene e integra l’apporto necessario per un’alimentazione salutare.

Gli ingredienti di uno Street Food che rientri in una dieta valida

Partendo dal pane sono preferibili quelli freschi, artigianali, rispetto ai prodotti industriali per toast e tramezzini; tra i migliori quelli ai cereali. Ottime le verdure sia quelle utilizzate come crudités – di solito tagliate sottili – sia quelle cotte al vapore, o lesse. Le proteine da carne, pesce, legumi e altre fonti dovrebbero essere ovviamente di qualità: possiamo provare a chiedere la provenienza a seconda del tipo di rapporto e della fiducia che diamo all’esercente pubblico su strada o, se cuciniamo noi, al nostro negoziante preferito. E’ facile prevedere che in futuro, anche in Occidente, entreranno nelle abitudini alimentari quegli insetti che già in Oriente fanno parte delle diete locali e sono apprezzati per il loro gusto, l’apporto proteico e il loro basso costo. Forse non è ancora il momento giusto per noi, ma si sa i gusti cambiano e all’orizzonte ci sono anche le alghe.

Ogni territorio ha le sue specialità o i suoi cibi prediletti da trasformare in Good Food.

Tra fantasia di abbinamenti e rivisitazione delle tradizioni alimentari, ogni angolo del nostro Paese è ricco di proposte che incontrano i più svariati gusti e suscitano forti curiosità quando sono proposte a molti chilometri di distanza dall’area di origine. Al Sud prevalgono i sapori decisi, i gusti piccanti e l’abbondanza di calorie che richiede un’attenzione particolare nella scelta di uno di questi piatti in una dieta equilibrata; al Nord più facile trovare proposte maggiormente orientate agli abbinamenti fra più elementi diversi, nei quali prevalgono fra gli altri salumi e formaggi. Lo street food ha elementi extra alimentari che lo rendono attrattivo: lo sfizio, l’allegria, la convivialità, l’immediatezza, l’informalità. Tutti elementi che chiudono il cerchio del nostro discorso e ci riportano all’affermazione che in una dieta sana ed equilibrata possono rientrarci senz’altro anche episodici pasti di street food.


Image
Image
GOOD FOOD è un'iniziativa di Blues Energy

Via degli Olmetti 3v - 00060 Formello (RM)
Tel. +39 06 9089948 - Fax. +39 06 90756192
+39 329 7295480
info@good-food.it    |    www.good-food.it 

LA CULTURA AL SERVIZIO DI TUTTI NESSUNO ESCLUSO

Blues Energy, alla ricerca del piacere e dello spirito attraverso i cinque sensi, si colloca temporalmente negli anni 2000 e si caratterizza per la collaborazione con aziende di primaria importanza nazionale ed internazionale apportando il valore della propria Cultura a eventi commerciali di diversa natura. Famosa e molto frequentata la manifestazione durata per 9 anni “Vieni in provincia” a Roma, al galoppatoio di Villa Borghese che, attraverso un excursus nel mondo della Provincia italiana analizzava e proponeva usi e costumi, artigianato, tradizioni popolari ed enogastronomiche in un evento fieristico all’aperto nel week end del 1° Maggio, con una frequentazione numericamente molto elevata (20.000 persone nei 4 gg) da parte dei cittadini romani e stranieri in vacanza a Roma.

Molto apprezzati negli anni 2005/2015 i contributi artistici, sempre di grande spessore, in eventi commerciali di aziende multinazionali come General Motors, Fiat e Avon Cosmetics, dove, magistralmente inseriti nel programma, le performances di artisti anche molto famosi (Salvatore Accardo, Raffaele Paganini), gli interventi di famosi registi e scrittori (Mario Monicelli, Luciano De Crescenzo) conferivano ancora più importanza agli eventi stessi. Oggi Epicurea, con l’obiettivo di avvicinare il mondo della scienza e della alimentazione alternativa all’uomo della strada vuole ancora una volta fare cultura al servizio di tutti, nessuno escluso.
© 2019 Good Food. All Rights Reserved. Powered by The Line - Above 'n' Below